Tab social
Spazio Soci
Facebook
Twitter
Flickr
Youtube
 
titolo

News

 
02/07/2015
XVII EDIZIONE FESTIVAL MUSICALE INTERNAZIONALE "NEI SUONI DEI LUOGHI"
Primo concerto il 10 luglio 2015 a Gemona

In natura nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma. Si apre così, sotto la regia dell'Associazione Progetto Musica, venerdì 10 luglio a Gemona la XVII edizione del Festival Musicale Internazionale Nei Suoni dei Luoghi.

Realizzato grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, con la sponsorizzazione delle Banche di Credito Cooperativo del Fvg, il sostegno della Fondazione CRUP e della Provincia di Gorizia, oltre che dei Comuni aderenti, il Festival porterà in tutte e quattro le province della regione, e non solo (con un concerto in Veneto e uno in Slovenia), musica di alta qualità in luoghi suggestivi, a volte inusuali, e ricchi di fascino. 31 i Comuni che hanno sottoscritto il Protocollo d'intesa con capofila il Comune di Udine, oltre 180 gli artisti, 32 i concerti ad ingresso gratuito, alcuni dei quali saranno accompagnati da proposte che contribuiscono alla valorizzazione del territorio in cui si svolgono, una programmazione continuativa che si estende fino al 23 ottobre.

«Siamo molto soddisfatti della crescita costante della manifestazione. Quest'anno - sottolinea Loris Celetto, Direttore generale dell'Associazione Progetto Musica - siamo riusciti a realizzare un cartellone che destagionalizza il Festival e a unire Nei Suoni dei Luoghi, Carniarmonie, e il Festival Musicale internazionale di Portogruaro in un unico circuito per offrire al pubblico oltre 80 concerti nel Triveneto. Tutto questo senza creare nulla di nuovo, ma semplicemente trasformando e migliorando quanto già realizzato nelle precedenti sedici edizioni» .

Nei suoni dei luoghi è prima di tutto la vetrina dei migliori giovani musicisti del vasto territorio che va dal Veneto ai Balcani.

Diffusione della cultura musicale, ma anche accessibilità dei concerti anche a persone non vedenti e disabili, è un obiettivo che l’Associazione Progetto Musica sta perseguendo da alcune edizioni. Va in questa direzione il "Concerto al buio" che, il 23 ottobre a Trieste all'Istituto Regionale Rittmeyer per i Ciechi, sarà realizzato in collaborazione con la Consulta regionale delle Associazioni di persone disabili e delle loro famiglie che chiuderà il Festival.

Confermato il sostegno al festival della Regione Fvg come ha sottolineato l’A ssessore regionale alla cultura Gianni Torrenti che ha chiuso la conferenza stampa: «Gli oltre 5 mila spettatori nella scorsa edizione sono il segnale che la ultura resta un’esigenza collettiva sentita, in grado di attrarre il pubblico. Nei suoni dei luoghi è un esempio positivo di come attorno a un’iniziativa culturale si riescano ad aggregare oltre alla Regione anche altre numerose realtà pubbliche e private coordinando le esperienze, creando circolarità, scambio e sperimentazione fra tutte le forze vive del nostro territorio».

Numerose le amministrazioni comunali che danno il proprio supporto al Festival, riunite in un protocollo d'intesa con capofila il Comune di Udine. «Nel sostegno al festival Nei suoni dei luoghi– precisa Federico Pirone, assessore alla Cultura del Comune di Udine e portavoce dei Comuni aderenti al protocollo –, ci prefiggiamo di diffondere la musica di qualità nelle sue molteplici forme, e di favorire, secondo gli indirizzi europei, l'accesso alla cultura a tutte le fasce di popolazione. Inoltre ogni Comune aderente grazie al festival ha la possibilità di valorizzare, in una cornice più ampia di quella di stretta competenza, i propri territori e le proprie bellezze storico-artistiche» .

«Il convinto sostegno da parte delle Bcc del Fvg a Nei suoni dei luoghi – spiega Roberto Tonca vicepresidente regionale della Federazione delle Bcc, sponsor del Festival – ha la sua origine nelle finalità statutarie del Credito Cooperativo. Infatti, uno dei compiti che fin dall’origine della loro storia ultracentenaria si sono date le Bcc, è quello di perseguire il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche delle comunità locali. Il Festival incarna questo spirito coinvolgendo tutto il territorio regionale con i suoi oltre trenta appuntamenti contenuti in un programma di assoluta qualità».

L’ingresso libero e gratuito ai concerti.

Info e calendario completo su:

www.neisuonideiluoghi.it

www.facebook.com/festivalneisuonideiluoghi