Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

Fondo per lo sviluppo delle PMI

 

Di seguito alcune informazioni utili relative al Fondo per lo Sviluppo delle PMI Legge Regionale 2/2012.

A chi è rivolto

Alle PMI, come definite ai sensi del DPGR 463/2005, aventi unità operativa sul territorio della Regione Friuli Venezia Giulia ed iscritte presso gli appositi registri in Regione FVG.
L'impresa richiedente deve svolgere attività in settori diversi da pesca e acquacoltura e produzione primaria.
Sono agevolabili anche le Grandi Imprese se svolgono attività di servizi elencate nell'allegato D del regolamento di attuazione.

Iniziative Agevolabili

Sono agevolabili le iniziative di investimento, ovvero

  • creazione di un nuovo stabilimento, estensione di uno stabilimento esistente, diversificazione della produzione di uno stabilimento esistente mediante prodotti nuovi aggiuntivi o trasformazione fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente;
  • acquisizione degli attivi direttamente connessi ad uno stabilimento, nel caso in cui lo stabilimento sia stato chiuso o sarebbe stato chiuso qualora non fosse stato acquisito;
  • realizzazione di tipologie di iniziative d'investimento diverse da quelle precedenti, dirette allo sviluppo e al rafforzamento aziendale, come per esempio, la mera sostituzione di macchinari esistenti con macchinari nuovi o la mera installazione di impianti per il risparmio energetico, l'ammodernamento di uno stabilimento esistente, ecc. la mera installazione di impianti per il risparmio energetico.

Spese ammissibili

In via generale e nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente, rientrano, a titolo di esempio, tra le spese ammissibili quelle connesse:

  • all'acquisto della proprietà o di diritti reali di godimento di terreni o di immobili;
  • alla costruzione, ampliamento, ammodernamento, ristrutturazione di immobili, sistemazioni e opere esterne, compresi i piazzali per carico e scarico merci, i parcheggi, ivi compresi i costi per la progettazione e la direzione dei lavori entro il limite del 10,00% del totale della spesa ammissibile cui tali costi si riferiscono;
  • acquisto di impianti e macchinari, attrezzature, stampi, arredi, dotazioni d'ufficio ed automezzi.

Tipologia di agevolazione: mutuo a tasso agevolato fino all'80% della spesa ritenuta ammissibile.

Durata del finanziamento: da un minimo di 5 anni fino a un massimo di 10 anni (fino a 15 anni in presenza di componente immobiliare prevalente). La durata è comprensiva del periodo di preammortamento, di durata massima di 4 semestri.

Per saperne di piùfissa un appuntamento

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Le condizioni contrattuali ed economiche sono riportate nei fogli informativi disponibili presso le filiali della banca e nella sezione trasparenza del sito Internet.

  • Seguici anche su